slide

Write and tell the story of your Adventure

 placemark

Click here to read AHEAD Adventures Stories

And now tell us your story, go on Ahead Platform and download the APP

Eventi

IL CONTESTO EUROPEO

In Europa è in atto un importante cambiamento demografico, indagato dalla Commissione Europea e riportato nel terzo rapporto demografico di aprile 2011 (ref. http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=MEMO/11/209). Il rapporto rivela che la percentuale della popolazione europea che supera i 65 anni di età è cresciuta dal 13.7% nel 1990 al 17,4% nel 2010. Secondo le previsioni, entro il 2020 circa il 30% della popolazione europea avrà un'età superiore ai 65 anni.
I modelli socio-economici degli scorsi 50 anni non sono in grado di fronteggiare tali cambiamenti, e una delle sfide principali attualmente presenti in Europa consiste nell'adattare al meglio le politiche e strategie europee al cambiamento demografico.

→ La strategia EU 2020 è fortemente influenzata da tali prospettive e la Commissione Europea sta prendendo misure per fronteggiare le sfide derivanti da una popolazione che continua ad invecchiare, dando priorità alle iniziative che contribuiscano ad una società sana ed attiva nel futuro.
→ L'Unione Europea ha dichiarato il 2012 come l'anno europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà intergenerazionale (EY2012) con lo scopo di accrescere la consapevolezza, l'identificazione e la promozione di buone pratiche, incoraggiando i portatori gli attori chiave a favorire l'invecchiamento attivo e la solidarietà tra le generazioni.
→ I seniors europei contribuiscono attivamente nella società grazie al coinvolgimento nel volontariato, infatti, il 27% delle persone di età superiori ai 55 anni dichiara di partecipare ad attività di volontariato in diverse organizzazioni. La maggior parte degli europei percepisce la propria comunità come di supporto ai senior, anche se individua la necessità di miglioramenti in diverse aree, anche nell'utilizzo delle TIC per comunicare con altri gruppi sociali, percepito come un ostacolo per il 53% dei senior.
L'80% degli europei ritiene utile istituire comitati appositi di senior che si occupino delle difficoltà esistenti nelle proprie comunità - (ref. SPECIAL EUROBAROMETER 378 "Active ageing" January 2012).
→ La e-Inclusion (inclusione digitale) promuove la partecipazione di ogni individuo e comunità in tutti gli aspetti della società e fornisce consigli su come ridurre il divario tra le generazioni, per aumentare la qualità della vita e la partecipazione attiva alla società.
→ L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato delle linee guida per aiutare città, comuni, autorità regionali, organizzazioni di volontari e gruppi di cittadini a identificare dove e come poter rispondere ai bisogni di una popolazione che invecchia: www.who.int/ageing/age_friendly_cities
→ Attori regionali e locali sono in prima linea per promuovere l'invecchiamento attivo e la solidarietà intergenerazionale. Questi si impegnano a comprendere e rispondere alle sfide specifiche che il cambiamento demografico e altri fattori pongono nelle comunità.
→ La partecipazione ai social networks è un fattore fondamentale per la partecipazione alla vita della società. Gli attori locali e regionali possono fare molto per aiutare i senior a costruire una rete che li sostenga nella partecipazione alle attività di maggior interesse, nonché per continuare ad imparare ed a interagire con amici, famigliari e vicini.
→ Molti progetti co-finanziati dal programma di formazione continua LLP della Commissione Europea hanno lo scopo di estendere i benefici dell'informazione moderna e delle tecnologie per la comunicazione ai senior (Social networking for senior citizens -; SEELERnetz - Seniors in Europe learn in networks; or Go-myLife: Going online: my social life. Co-funding: AAL Joint Programme) e sono alla base dello sviluppo di nuove iniziative.

 

 

 

Log in to AHEAD professional community

 piattaforma-professionale

Share your experiences

share
 


EU flag LLP IT-01



Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea.
L'autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.